Il cyberpunk

Cos’è il cyberpunk?

Il cyberpunk è un sottogenere della fantascienza moderna divenuto popolare negli anni 80, soprattutto grazie ai libri di William Gibson (Neuromante) e a diversi altri autori, tra cui Bruce Sterling. Letteratura, cinema, giochi di ruolo e videogiochi hanno pescato a piene mani nelle tematiche cyberpunk per sfornare film, libri e giochi a volte di successo e qualità, altre volte di scarsa nota. Le tematiche che definiscono il genere cyberpunk sono diverse:

  • ambientazione nel prossimo futuro (imminente) dove spesso le cose non sono andate benissimo (criminalità, inquinamento, ecc.)
  • presenza di alta tecnologia che spazia dall’informatica alla cybernetica, a tutti i livelli della società
  • personaggi di basso retaggio, mai eroi senza macchia, spesso pieni di difetti o problemi personali

Intendiamoci, non si tratta di dogmi, ma quando si pensa al genere cyberpunk, spesso ci troviamo in presenza di queste tematiche. Avrete forse sentito parlare di concetti come megacorporazioni, intelligenze artificiali, cyberspazio? Ormai se ne fa uso anche in altri generi di fantascienza, ma l’origine – o meglio, la popolarizzazione – è avvenuta con la diffusione del genere cyberpunk.


Cosa c’entra Blade Runner?

Avete riconosciuto il nostro film preferito dalle caratteristiche elencate sopra? Diciamo quasi:

  • Blade Runner è ambientato in un futuro imminente
  • L’inquinamento la fa da padrone e il film trasmette quella sensazione di vivere in una città malandata, poco sicura.
  • Abbiamo alta tecnologia, ma poco evidente. Certo, ci sono i replicanti, ma nel film non c’è mai una grande enfasi sulle conquiste della scienza, tantomeno dell’informatica.
  • Il protagonista è tutto fuorché infallibile. Anzi, ad essere il prototipo dell’infallibilità è l’antagonista.

A Blade Runner manca decisamente il lato “cyber”, ma direi che siamo in pieno territorio cyberpunk. Lo stesso William Gibson, autore di Neuromante, ha ammesso che la visione di Blade Runner era sorprendentemente vicina a quella sviluppata per il suo libro.

Altri film cyberpunk (e dintorni)

Sorprendentemente non ci sono molti film dichiaratamente cyberpunk in circolazione, e quelli che sono stati realizzati, non sempre hanno avuto successo o sono stati apprezzati. Wikipedia prova a formulare un elenco, ma include diversi film che, a mio avviso, il genere cyberpunk lo sfiorano, ma, come si dice, “non ci azzeccano” molto. Vale comunque la pena citare Johnny Mnemonic perché tratto da un racconto di William Gibson, Strange Days, e per l’Italia Nirvana di Gabriele Salvatores. Con i film di animazione giapponese invece va decisamente meglio; tra i più conosciuti: Akira, e il bellissimo Ghost in the Shell.