Archivio post : Blade Runner 2

Blade Runner 2049: il trailer ufficiale

L’avevamo tanto atteso ed eccolo qua: il trailer ufficiale di Blade Runner 2049 uscito da pochi giorni. Godetevelo in italiano fino alla fine e vediamo se ce la fate a resistere fino a ottobre per andare a vedervelo al cinema. Vi è venuta voglia? Non vedete l’ora? Siete erosi dal desiderio? Bevetevi una tisana al tamarindo e datevi una calmata, altrimenti rischierete di finire irrimediabilmente preda dalla delusione di chi si aspetta una replica del vecchio Blade Runner.

Immagini di Blade Runner 2049

Tanto per farci sbavare un po’, come se ce ne fosse ancora bisogno, ecco alcune foto tratte da Blade Runner 2049 e dal set. Riconoscete tutti gli attori?

15781213_1669076936717957_1470143023740273554_n 15826094_1669077423384575_7457707413592802614_n 15844490_1669077116717939_1910395291569834626_o 15844722_1669077403384577_6229636278793327050_o 15844918_1669077286717922_6654353175339813409_o 15875197_1669077013384616_1896862732270418248_o 15895522_1669077506717900_1727252838563294494_o

Il teaser trailer di Blade Runner 2049

Lo stavamo tutti aspettando, ed è arrivato con largo anticipo. Ecco il teaser trailer di Blade Runner 2049.

Non sono la persona che si mette ad analizzare a fondo un mero teaser, ma qualche modesta conclusione possiamo già tirarla:

  • le atmosfere del vecchio Blade Runner vengono rievocate, almeno in parte
  • Harrison Ford è invecchiato
  • la musica, vagamente reminiscente del capolavoro di Vangelis, sembra all’altezza
  • c’è tanto giallo

Ok, forse vi aspettavate qualche rivelazione, ma non ne ho, mi spiace. Non ci resta che aspettare il trailer vero e proprio.

Jóhann Jóhannsson comporrà la colonna sonora di Blade Runner 2049

Sappiamo che Blade Runner 2049 non sarà come il nostro adorato Blade Runner, e, bene o male, ci siamo rassegnati a non attenderci un altro film di culto. Ci ressegneremo anche a non sentire parlare di Vangelis perché la colonna sonora di Blade Runner 2049 sarà composta da Jóhann Jóhannsson.

Ma chi è Jóhann Jóhannsson? E’ un compositore islandese con esperienza alle spalle, che ha già collaborato più volte con Denis Villeneuve, il regista di Blade Runner 2049. E questa, a mio avviso, è una buona notizia: due persone che lavorano bene insieme non possono dare brutti risultati, giusto? Staremo a vedere.

Insieme a Denis Villeneuve, Johannsson ha composto le colonne sonore di Prisoners, Arrival e Sicario. Ha vinto qualche premio anche per la colonna sonora di The Theory of Everything. Diamogli qualche possibilità!
Provando ad ascoltare qualcosa tratto dal film Arrival su Spotify, devo ammettere di non essere rimasto deluso. Non è Vangelis, ma nessuno vuole che lo sia (vero?). La colonna sonora di Vangelis, a mio avviso, è irripetibile e desiderare a tutti i costi qualcosa di simile può portare solo a cattivi risultati. E’ meglio l’originale o l’imitazione? Senza dubbio l’originale, e Villeneuve deve averlo capito al volo, se ha chiesto a Johannsson di lavorare con lui come ha sempre fatto.

Personalmente, sono dell’idea che Blade Runner 2049 non deve sforzarsi di piacere ai fan intransigenti dell’originale. Che vada per la sua strada, ma che sia una strada che porta a qualcosa di bello e buono. In questo modo l’idea gelosa del Blade Runner dei puristi non sarà rovinata e, alla peggio, vedremo un film gradevole che non ci rovinerà l’appetito.

Blade Runner 2049 e realtà virtuale

Il seguito di Blade Runner ha finalmente un titolo. Si chiamerà Blade Runner 2049. Possiamo già dedurre che la storia sarà ambientata qualche decade dopo l’originale, le cui vicende si dipanavano in un troppo vicino 2019. Deckard sarà quindi un po’ più anzianotto e, chissà, forse vedremo qualche altro personaggio dell’originale, opportunatamente invecchiato.

Quella del titolo non è però l’unica novità. A quanto pare, ci saranno delle non ben precisate “esperienze virtuali” in esclusiva per i possessori di Oculus Rift. Non è dato sapere cosa si intende per “esperienze virtuali”, ma se si trattasse anche solamente di fare quattro passi nella Los Angeles del futuro tutta pioggia, fumi e personaggi deviati, mi avete convinto, eccomi! Per chi non lo sapesse, Oculus Rift è un hardware dedicato alla realtà virtuale che, dopo il tanto parlarne durante gli anni 90, è finalmente approdata a qualcosa di concreto e giocabile.

Il cast di Blade Runner 2

Mentre di mese in mese si fa più vicina la data di uscita di Blade Runner 2 (ok, vi sto prendendo un po’ in giro… ottobre 2017 è ancora un po’ lontano), diversi nomi si aggiungono al cast. Stiamo parlando di attori ormai ufficialmente confermati, quindi, a meno di rinunce o cacciate dell’ultimo momento, queste saranno alcune delle facce che vedremo nel seguito del nostro film preferito.

Ryan Gosling ormai è un attore di successo e lo conosciamo tutti (vero?). Tanto per citare un paio di film in cui ha recitato: Drive e Le Idi di Marzo.

Robin Wright ha una certa fama. La lista di ruoli, in tutta la sua carriera, è piuttosto lunga. Nominiamo uno dei suoi ultimi serial: House of Cards.

Ana de Armas è un’attrice cubana piuttosto sconosciuta ai più (me compreso).

Dave Bautista è un wrestler con una carriera di tutto rispetto, approdato poi al mondo del cinema. Lo si ricorda nel ruolo di Drax ne I Guardiani della Galassia.

Carla Juri è un’attrice svizzera. Anche in questo caso, non ne so assolutamente nulla.

Sylvia Hoeks, olandese, aggiunge internazionalità ad un cast già molto vario in quanto ad origini. Uno dei suoi ruoli più popolari è stato nel film La Migliore Offerta di Giuseppe Tornatore.

Ah, e poi c’è Harrison Ford